Torino Capitale Europea Innovazione

Ci Fai o Ci Sei.

Ci Fai o Ci Sei.

Eh sì “Ci fai o Ci sei”, mi sono detto e non come domanda ma come affermazione quando ho scoperto che a Torino venerdì 15 Aprile, presso Hotel Fortino ore 8.30 sarebbe iniziato l’evento Maximum Authority 2016.

E sti cazzi!

Hai pensato così vero ?

FORSE si. Se non vedi e non sai alcune cose  la tua reazione potrebbe essere più che normale. Ma sbagliata. Vediamo se avrò ragione Io. Mentre tutti i giornali locali e gli addetti ai lavori hanno avuto un’erezione di orgoglio con conseguente orgasmo di meriti alla notizia che Torino sia stata riconosciuta la seconda città Europea per l’innovazione, io continuo ad avere nella testa la canzone di Daniele Silvestri che molto spesso viene trasmessa nelle radio in questo periodo.

Su quali alibi calibri la validità
quali ali di colibri libri nell’aria
e quali macabri crimini tragici o comici
mi dici che c’è chi ti recriminerà
per quali metodi meriti la tua indennità
quali labili crediti credi di avere qua
per quali taciti traffici illeciti eviti di dire
che c’è chi ti recriminerà

Sicuramente l’hai sentita anche tu e sicuramente hai accennato un sorriso amaro come sempre si fa in questi casi.

Mettici che le prime volte ho travisato il testo trasformandolo in

Su quali alibi calibri la validità
su quali alibi  calibri la qualità di vita
e quali macabri crimini tragici o comici
mi dici che c’è chi ti recriminerà

Mettici che lungi dall’essere polemico leggi

«Il luogo dove le idee prendono vita», prometteva lo slogan con cui Torino ha cercato di raggiungere la vetta europea dell’Innovazione. Missione compiuta. La città sabauda è il “numero uno” in Italia, e il “numero due” in Europa dopo Amsterdam, come certificano la Commissione Ue e il Comitato delle Regioni che oggi hanno assegnato il premio di Capital alla metropoli olandese, vincitrice d‘un soffio davanti a Torino che ha lasciato alle spalle Parigi. Cosi inizia l’articolo di MARCO ZATTERIN in qualità di CORRISPONDENTE DA BRUXELLES per il principale giornale della città.

Mettici che l’articolo parla di “da 950 mila, 100 mila e 50 mila euro.”

Simbolici !! bhe certo simbolici, ma attenzione che lo sono solo

“fino a un certo punto. Sono denari pronti per essere reinvestiti nel domani.

Capito no ? Denari pronti per essere reinvestiti “nel domani”.

Bhe davanti a cose così astratte e fumose io ho scelto di essere presente ad un evento vero con persone di carne e fisicità, di reale presenza, di riscontri misurabili, di reputazioni verificabili.

stefanocristofori.it,evento digital

Eh sì deve essere un mio problema chiedo scusa ma come dimostrato io mi informo e verifico.

Ecco che allora ho deciso di essere presente con soldi reali (i simbolici non erano accettati) grazie alla presenza di undici speaker competenti e affermati.

Speaker,maximumauthority.it

Perchè da Davide Rampoldi voglio capire come poter essere più concentrato, rilassato e produttivo nella routine giornaliera. Da Valerio Fioretti posso apprendere AUTOREVOLEZZA. Massimo Chieruzzi porta le statistiche che tanto mi piacciono ed esempi da cui prendere ispirazione. Myriam Lopa mi verrà in soccorso davanti a tutte le mie lacune evidenziate dai precedenti oratori, parlandomi di come si possa mantenere alta la MOTIVAZIONE nonostante gli insuccessi. Valentina Vandilli mi ha conquistato quando ho letto che si definisce “una Web Strategist Laterale”ovvero si affida al “pensiero laterale” proprio mentre io continuo a pensare e ripetermi nella testa che quello che spesso riscontro che manchi nelle persone è il pensiero laterale, un’altro modo di ragionare e di vedere le cose. Per questo devo dire grazie alla mia piccola Sofia di 4 anni e a Hiro Hamada di Big Hero 6. Barbara Boaglio sa che i mercati esistono da quando l’uomo ha la parola, ben prima quindi del web e del web marketing, ecco perchè sono convinto che il Personal Branding non viva solo online ma debba basarsi su un network vero “live”.

Giacomo Freddi  in soli 12 mesi è passato dall’essere conosciuto principalmente dai soli geek a rappresentare una giovane e brillante realtà dell’internet marketing italiano. Avrò ben qualcosa da imparare no se starò ad ascoltarlo ?

Alessandro Gini affronta il discorso della presenza, l’uso e la diffusione di Linkedin e non vedo l’ora di starmene buono buono fra le prime file a scrivere e trasportare tutto su carta, nella testa. Ivan Ottaviani colpisce sul lato debole di molti e ti chiede “A cosa serve essere un “mostro di contenuti” quando la tua comunicazione in pubblico fa solo annoiare o, peggio, irritare chi hai di fronte?” Se hai letto sai già come la penso sulla questione e ti riporto e ricordo che “riusciamo ad esprimere solo il 70 percento di quello che avremmo voluto comunicare e che gli altri ne recepiranno solo il 40, ne comprenderanno il 20 e ne ricorderanno il 10”.

Se ancora non ti sei convinto non sai che Luca Vanin avrà il piacere (tutto mio) di raccontarmi questo “WEBINAR online” che non è la nuova influenza dell’est, anche se dovrebbe diventare un’influenza virale perchè si tratta di formazione fruibile in modo semplice, spontaneo, collaborativo, a costi contenuti, a propria scelta e modulabile. Ma tu non lo sai e passi poi il tempo come tutti a lamentarsi che manca la formazione e l’investimento delle aziende nel farla. Luca Datteo mi spiegherà perchè se entro per comprare due cose finisco sempre per uscire con un busta piena e forse non avrò preso l’unica cosa che mi serviva! Accidenti a me e accidenti alla capacità persuasiva.

Alle 19 sarò stanco e stravolto ma con Barbara Boaglio potrò capire come lavorare con la mia rete perchè, continuo a dirlo, le collaborazioni, partnership e sinergie (sia online che offline) ci faranno fare delle stupende esperienze.

Di Mister X non vi dico nulla.

Dunque forse tu non hai cambiato idea  e continui a pensare che avrai altro da fare, appuntamenti, riunioni, lavori, sessioni di fatti tuoi  e ci sta tutto altroché, ma io scrivendo mi sono convinto ancora di più di aver fatto bene ad esserci. E poi metti mai che quei  “da 950 mila, 100 mila e 50 mila euro” “Simbolici” vengano reinvestiti nel domani, Io domani saprò qualcosa di più di te.

E sti cazzi!

 
Aggiornamento Post evento:


 

 

Stefano

Personal Branding Social Media Manager Creo Brand per Aziende e Privati attraverso piani editoriali e linee di comunicazione social. La mia identità professionale è la perfetta armonia fra la mia stupenda family, il mio lavoro e le tutte le mie passioni, la cucina, il web, la montagna, il mare, i quad e leggere leggere leggere. Seguimi grazie ai contatti personali o live a Torino per approfondire le idee di business, le mie, le tue. Le nostre.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Posted in Comunicarti, Personal Branding, Social Media.

2 Comments

  1. Pingback: VIP CLUB Montemagno - StefanoCristofori.it

  2. Pingback: Faccio Personal Branding, vado in terapia - StefanoCristofori.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *